Egregi Consorziati,

in seguito ai recenti sviluppi riguardanti i contenziosi legali nei quali è coinvolto il nostro Consorzio, è doveroso e utile, data l’importanza dell’argomento, fornirvi gli ultimi aggiornamenti in merito.

Come sicuramente saprete, il “comitato per Montecampione”, in maniera assidua e insensata, sta tentando di far sciogliere il Consorzio utilizzando a tale scopo una serie di cause legali che, purtroppo, hanno anche l’aggravante di pesare in modo importante sul nostro bilancio.
Non ritenendosi soddisfatti della sentenza emessa dal giudice del Tribunale di Brescia, che li ha dichiarati soccombenti nella causa da loro presentata in merito allo scioglimento del Consorzio e condannati a risarcire lo stesso ed il suo ex-presidente ed attuale vicepresidente Marco Daminelli, il comitato ha deciso di ricorrere in appello coinvolgendo nuovamente il Consorzio in un’insensata “battaglia legale” che, ancora una volta, costerà denaro ai Consorziati e porterà via del tempo prezioso agli impiegati della nostra associazione.

Come ben potete comprendere, il desiderio di questo ristrettissimo gruppo di persone non è fare il bene di Montecampione ma puntare con queste azioni alla sua distruzione, con il conseguente incremento dei costi dei servizi ed il decadimento della loro qualità. Essi perseguono un solo scopo: lo scioglimento del Consorzio ed invece di perorare le loro argomentazioni nelle sedi istituzionali di fronte ai Consorziati, dove sanno che sarebbero smentiti in modo inequivocabile, si rivolgono ai tribunali, arrivando addirittura a millantare vittorie anche di fronte a sentenze di condanna.

Questo CdA, da voi eletto a grandissima maggioranza, segue da vicino tutte le vicende.
Era nostro dovere darvi un aggiornamento su questo nuovo accadimento e continueremo a tenervi informati ed a svolgere il nostro compito (nonostante queste persone) che è quello di riportare la nostra località ai fasti che merita.

Ufficio stampa
Consorzio Montecampione

Montecampione, 14 marzo 2017